Seleziona una pagina

Camera di Specchi

Laboratorio permanente

Camera di specchi è un luogo, un contenitore dove riflettere
sull’immagine di sè che si trasmette all’altro e sull’immagine
dell’altro che percepiamo, sulle distorsioni e commistioni possibili.

CHI SIAMO

DROP OUT
L’associazione di promozione sociale Dropout nasce nel 2008 mettendo assieme da una parte competenze educative e di lavoro nel sociale, e dall’altra quelle di videomakers, registi e autori, convinti della funzione del cinema come strumento di intervento sociale.

“qualcosa di indissolubilmente perduto, ma allo stesso tempo ancora lì, nascosto, indecifrabile…”

Il nome Drop Out nasce da un messaggio di errore che compariva spesso nelle nostre prime sessioni di montaggio, “dropped frame”, o “dropout frame”, e richiamava a qualcosa di indissolubilmente perduto, ma allo stesso tempo ancora lì, nascosto, indecifrabile. D’altra parte “dropout” in termini sociologici va ad indicare invece chi vive ai margini, o per scelta o per semplice incompatibilità. In queste pieghe ci piace stare. E realizzare progetti culturali per arginare queste mancanze, renderle accettabili, arredare lo iato ed il vuoto di quel Drop Frame.

IN CONCRETO

Abbiamo realizzato progetti di video partecipativi con minoranze linguistiche e giovani rifugiati, dando loro uno strumento con cui interagire con la città ed esprimere le proprie esigenze. Abbiamo lavorato con le minoranze storiche, etniche, culturali su progetti transfrontalieri tra Italia e Croazia.

“abbiamo avvicinato tanti giovani al fare cinema, e molti hanno continuato in varie forme”.

Abbiamo supportato produzioni documentaristiche su svariati temi d’impatto sociale. Ci siamo occupati di immigrazione, documentazione sociale, colonne sonore, identità, musica. Abbiamo collaborato a progetti europei su cittadinanza attiva e sulla memoria collettiva. Ma sopratutto abbiamo avvicinato tanti giovani al fare cinema, e molti hanno continuato in varie forme: chi entrando nel settore commerciale, chi come autore, chi crescendo professionalmente in un settore specifico. E li abbiamo fatti incontrare con personaggi di spicco del cinema che ci piacciono e che condividono il nostro approccio al processo creativo.

CAMERA DI SPECCHI

L’idea di sperimentare vari percorsi di utilizzo del mezzo audiovisivo come strumento di intervento sul sociale, sfociano negli anni nel progetto CAMERA DI SPECCHI. Nato come laboratorio di videomaking dedicato a giovani appartenenti alle minoranze linguistiche del territorio, Camera di Specchi edizione dopo edizione si è evoluto ed allargato, fino a trasformarsi in un laboratorio permanente aperto a tutti. A noi piace lavorare sulla fascia di primo ingresso, dando consigli a chi vuole provare ad avvicinarsi a questo mondo. L’intento di quest’anno è quello di mettere a disposizione uno “sportello” di supporto e tutoraggio, per sostenere la tua idea di cortometraggio, videoclip, reportage, documentario.

A noi piace lavorare sulla fascia di primo ingresso, dando consigli a chi vuole provare ad avvicinarsi a questo mondo.

Lo faremo analizzando assieme a te il tuo progetto, evidenziandone i punti di forza ma soprattutto le carenze, per individuare aree di intervento e strumenti utili a portare a compimento la tua idea. Non ci occuperemo della realizzazione del progetto in tutti i suoi aspetti, non siamo una produzione, ma ti forniremo un aiuto e un sostegno nel processo di realizzazione. Avrai a disposizione tre gettoni virtuali che potrai usare per avere un aiuto concreto a tua scelta su riprese, audio, scrittura, post-produzione.

 

Contattaci!

Camera di Specchi è progettato dall’associazione di Promozione sociale DROP OUT

Finanziato dalla Regione Friuli Venezia Giulia.